Nella collezione sposa Oscar de la Renta Spring 2016, la prima dopo la scomparsa dello stilista nell’ottobre 2014, ritroviamo i punti cardine delle collezioni passate, con una punta di innovazione: spplicazioni e ricami preziosi e finissimi, linee perfette e senza tempo, abbinamento tra tessuti diversi per giocare con i volumi e la femminilità, attenzione alle scollature.

Nella sua prima collezione sposa firmata Oscar de la Renta, presentata alla New York Inernational Bridal Week, il direttore creativo Peter Copping, erede designato dallo stilista poco prima della sua morte (leggi l’omaggio di The Dress al compianto designer “Addio Oscar de la Renta, leggenda della moda couture e bridal“), presenta 23 modelli dalle silhouette e tessuti più disparati: “Sfortunatamente la linea sposa è qualcosa di cui io Oscar non abbiamo avuto occasione di parlare – confessa Copping in un’intervista a Brides.com – ma è qualcosa che è sempre stato molto importante per la Maison. Oscar ad io eravamo molto sulla stessa lunghezza d’onda. Nella Collezione sposa Oscar de la Renta Spring 2016, ho voluto dare attenzione ai dettagli dei corpetti e non limitarmi alle semplici forme degli abiti senza spalline. Inoltre, c’è molto drappeggio e volume e ci sono abiti che lasciano intravedere il corsetto sotto strati di pizzo guipure per creare una texture interessante”.
Ricordiamo l’ultima collezione firmata dal Maestro della moda, la collezione sposa Oscar de la Renta Fall 2015,  che include l’abito da sposa di Amal Alamuddin per le nozze veneziane con George Clooney.

Ecco dunque i ballgown, gli abiti da sposa scivolati, gli abiti da sposa corti sopra al ginocchio, i modelli tea-length e i più classici abiti A-line.

“Ho voluto che la collezione sposa Oscar de la Renta Spring 2016 fosse anche molto contemporanea e che scaturisse spontaneamente, avendo disegnato molti abiti per amici e clienti. L’ispirazione mi è venuta da molte spose che hanno clebrato le loro nozze in diverse parti del mondo. Ho voluto quindi offrire un’ampia gamma di abiti diversi, da quelli da indossare in spiaggia fino ad altri più semplici, con silhouette anni Trenta e poi molti tipi di pizzi e di tessuti diversi. Mi sono molto divertito a non dover avere a che fare con il colore, focalizzandomi sul bianco e l’avorio, sulla texture e su come fare gli abiti.”
In apertura di sfilata, un abito da sposa svasato senza maniche in pizzo macramé, con scollo a cuore.

Romantico e sensuale al punto giusto il secondo abito, scivolato, in pizzo cordonato, con maniche lunghe e apertura sulla schiena.

Un tocco moderno e giovanile alla collezione sposa Oscar de la Renta Spring 2016, con gli abiti da sposa più corti: il modello tea-length in pizzo e gonna con ricami floreali, l’abito da cocktail A-line cocktail in faille di seta con corpetto in taffeta e scollo a cuore con alette a V e dettagli floreali in organza; l’altro modello da cocktail in organza ricamata e lo scollo off-the-shoulder – tanto caro al compianto stilista – con maniche corte ; l’abito da sposa corto al ginocchio in pizzo con collo alto arricciato.

Ad intervallare i modelli, tornano in scena le deliziose flower girls, le paggette il cui stile richiama i modelli della collezione, per completarla.

Tornando ai modelli più classici, dalla collezione sposa Oscar de la Renta Spring 2016 senza tempo il ballgown in taffeta con corpetto arricchito da pizzo floreale e tulle ricamato nella scollatura e sulle maniche corte.

Stesso concetto ma silhouette diversa li ritroviamo nell’abito da sposa scivolato in crepe e satin di seta, con scollo velato ricamato.

Perfetto per un matrimonio sulla spiaggia l’abito da sposa a tubino in pizzo cordonato con scollo quadrato e sottili spalline.

Per la sposa tradizionale e contemporanea, perfetto l’abito da sposa senza maniche in faille di seta con ricamo floreale, abbinato ad un ricchissimo velo bordato in pizzo.

Davvero splendido poi l’abito da sposa A-line in seta con scollo a cuore e copretto e maniche lunghe velati in pizzo.

Ancora scollo a cuore con alette per l’abito in faille di seta abbinato a sovragonna in tulle.

Ancora attenzione ai ricami floreali nell’abito da sposa in seta e tulle con orlo ricamato.

Per la sposa da red carpet, ecco l’abito in pizzo Chantilly arricchito da cristalli ricamati.

Molto bon ton l’abito da sposa a tubino in pizzo con organza ricamata in bianco e argento e bolero in tulle

Gran finale con il ballgown in tulle con corpetto senza spalline arricchito da nastri gioiello.
Per tutte le info sulla Collezione sposa Oscar de la Renta Spring 2016, visita il sito Oscar de la Renta.

elisa_miniatura
Ti è piaciuto l’articolo di Elisa Scarcella?


Se desideri una consulenza personalizzata per trovare il tuo abito da sposa perfetto, clicca qui