In una fredda e piovosa giornata londinese i colori pastello della collezione sposa Alan Hannah 2016 “Watercolours collection” ripono la luce e l’atmosfera di primavera alla White Gallery di Londra, seguita da The Dress.

Il brand è stato creato da Marguerite Hannah nel 1990 insieme al futuro marito Alan, e, da allora, si è affermato via via sul mercato fino a conseguire molti riconoscimenti tra cui 8 British Bridal Awards di Brides (Condé Nast) e il prestigioso premio Best British designer of the year. Oggi gli abiti da sposa Alan Hannah, rigorosamente made in UK, sono distribuiti anche in Usa, Giappone e Australia, con prezzi compresi tra 1.900 e 2.500 sterline circa.

La collezione sposa Alan Hannah Spring 2016 è ispirata alla delicatezza e bellezza delle stampe floreali. Per ricreare l’effetto dell’acqua e dei colori che cambiano con il riflesso della luce, la stilista ha creato abiti da sposa in chiffon di seta e morbido satin con stampe, ricami e dettagli in delicate tonalità pastello.

“Questa romantica ed elegante collezione – spiega la stilista – vuole dare grande enfasi alle decorazioni, con la creazione di nuovi ricami. Gli abiti delicati e aggraziati della collezione sposa Alan Hannah Spring 2016 sono ornati di perle di acqua dolce e cristalli, che si abbinano perfettamente alla nostra collezione di gioielli “Alan Hannah Devoted”.”

“Le silhouettes lussuose e scenografiche sono estremamente chic – prosegue la stilista – con tessuti e texture ricchi e una palette sfumata di colori. Una collezione da fiaba, in organza, satin e chiffon, corpetti ricamati e abbelliti da dettagli così come spettacolari code”

“Generalmente cerco i tessuti, disegno i ricami e comincio a buttar giù i bozzetti prima di creare una collezione – spiega Marguerite Hannah – in un processo creativo che, invece di iniziare e fermarsi e così via, prosegue e scorre con la creazione di un abito dopo l’altro, dando fluidità e continuità alla collezione. Quest’anno ho voluto mantenere la forma e la struttura del brand ma con un tocco in più di leggerezza. Sono stata ispirata dalle stampe floreali di Charles Rennie Mackintosh, con un approccio più attento alla luce e agli acquerelli, da cui il nome della collezione. Per dare una nota di colore, ho lavorato con un meraviglioso artista spagnolo che ha dipinto 3 temi per gli abiti della collezione.”

“Per i ricami – spiega la stilista – ho lavorato con una designer indiana molto talentuosa, che crea ricami da intere generazioni con incredibili tecniche e design, alcuni dei quali custoditi come segreti di famiglia. Una collaborazione che mi fa piacere portare avanti per aiutare a preservare questi preziosi talenti, e, al contempo, mantenere la nostra produzione qui in Inghilterra, con tessuti provenienti da piccole fabbriche della Francia e dell’Italia. Spero che le spose apprezzeranno la collezione!”.

Photo credits – Alan Hannah at White Gallery London 2015’. (Photography by Chris Dadey).
Per tutte le info sulla collezione sposa Alan Hannah Spring 2016, visita il sito Alan Hannah.

elisa_miniatura
Ti è piaciuto l’articolo di Elisa Scarcella?


Se desideri una consulenza personalizzata per trovare il tuo abito da sposa perfetto, clicca qui