Chi è appassionato di abiti da sposa non può fare a meno di guardare “Say Yes to the Dress”, un programma televisivo prodotto dall’americana TLC e mandato in onda in Italia dal canale Real Time (su piattaforma SKY e Digitale Terrestre).

say yes to the dress logo

Il programma, che ha preso il via nell’Ottobre 2007 ed è ora alla sesta stagione, condensa in episodi da 22 minuti tutto ciò che ha a che fare con l’acquisto dell’abito da sposa, e in particolare con l’acquisto che avviene presso il negozio più grande (e famoso) di abiti da sposa al mondo, Kleinfeld di New York.

Ingresso Kleinfeld New York

Vetrina Kleinfeld New York

La trasmissione ha diverse peculiarità: intanto mostra in pochi minuti decine di abiti da sposa, con brevi ma efficaci descrizioni dei modelli e degli stilisti che li hanno prodotti, soddisfacendo così il piacere di noi appassionati.

Ogni sposa viene introdotta da una breve intervista registrata, dove si descrive il matrimonio, il fidanzato e la famiglia.

La sposa viene poi filmata nei momenti salienti delle prove dell’abito, momenti non facili perchè la scelta, come sappiamo, è di grande responsabilità, e infatti si assiste a reazioni di grande gioia ma anche a vere e propire tragedie personali.

Sposa da Kleinfeld

Ma non è tutto: gli spettatori possono osservare anche il punto di vista del negozio, dei suoi proprietari e addetti, che ogni giorno mettono in discussione il proprio operato chiedendosi come venire incontro al meglio alle esigenze del mercato.

Lo staff di Kleinfeld in riunione

Le spose e le loro famiglie sono uno spaccato della società americana a 360°, come è naturale dal momento che gli abiti in vendita hanno prezzi dai 1.300 ai 40.000 dollari: ecco quindi la sposa poliziotta, la motociclista, quella che sposa il veterano di guerra, ma anche la ragazza della borghesia, quella con madre e nonne spose di Kleinfeld, e la piccola viziatissima. Le differenze si vedono anche nello stesso abito indossato da due figure diverse.

Sposa prova abito da Kleinfeld

Sposa prova abito da Kleinfeld

Molto diversi fra loro sono anche gli addetti di Kleinfeld.

Randy Fenoli e due assistenti da Kleinfeld

Randy Fenoli e due assistenti da Kleinfeld

Tra tutti spicca sicuramente Randy Fenoli, fashion director dell’atelier, di cui abbiamo già parlato.

Randy Fenoli

Un vero e proprio fashion guru nel settore, tanto che la stessa TLC ha prodotto ora un programma su misura per lui, “Randy to the rescue” dove gira gli USA per dare consigli alle spose.

Randy to the rescue

Imperdibile il video in cui predice quale abito da sposa potrebbe indossare Kate Middleton (era stato troppo ottimista).

Randy riesce davvero a fare sentire ogni sposa, principessa o ranocchio che sia, al centro del mondo

Randy Fenoli consiglia sposa

ed è l’unico può permettersi di dare consigli e fare commenti anche pungenti ma sempre azzeccati (“Tesoro questo no, non vorrai sembrare una meringa”).

Randy Fenoli consiglia sposa over size

Intervengono ongi tanto nella trasmisisone anche i proprietari di Kleinfeld, i coniugi Mara Urshel – già vice presidente di Saks Fifth Avenue – e Ronald Rothstein, che hanno acquistato il negozio, attivo dal 1941, nel Luglio 1999.

 Mara Urshel e Ronald Rothstein

Tra il numeroso personale (250 persone compresi gli addetti alla sartoria) spiccano per umanità, competenza e simpatia, alcune assistenti e responsabili dei vari reparti.

La mia preferita in assoluto è Keasha Rigsby, dal grande sense of humor e umanità, sempre capace di azzeccare l’abito giusto in pochi secondi, impresa non semplice considerando che in un’ora la sposa proverà al massimo 5 modelli tra centinaia di abiti a disposizione.

Keasha Rigsby a Say yes to the dress

Segnalo anche due peperini, ma armate di pazienza da vendere: il Direttore Vendite Nicole Sacco, giovane e determinata, e la responsabile delle modifiche sartoriali Vera Skenderis, che una volta è stata persino presa a pugni da una sposa isterica.

Say Yes to the Dress Vera Skenderis by Todd Pitt c2007 TLC

Say Yes to the Dress Vera Skenderis by Todd Pitt c2007 TLC

Altra particolarità del programma è l’intervento diretto di alcuni stilisti, come Austin Scarlett di Kenneth Pool e Pnina Tornai, top vendor di Kleinfeld, entrambi molto gelosi delle proprie creazioni, con reazioni a volte pari a quelle delle spose.

Marla Urshel e Pnina Tornai - Foto da zimbio.com

Marla Urshel e Pnina Tornai - Foto da zimbio.com

Le difficoltà sono molte e le fatiche non si esauriscono con l’acquisto dell’abito. Il bello, o peggio, arriva in realtà quando la sposa torna per le modifiche e generalmente mette a perdere gli addetti del reparto sartoria.

Say Yes to the Dress Pnina Tornai consiglia una sposa

Say Yes to the Dress Pnina Tornai consiglia una sposa

I problemi più ricorrenti sono: madre e sposa con gusti diversi e inconciliabili

o il fidanzato che, in barba alla tradizione, vuol dir la sua

Sposa con fidanzato da Kleinfeld

Problemi di budget: l’assistente chiede sempre su quale cifra deve tenersi e se fa l’errore di mostrare l’abito perfetto ma fuori dalla portata delle loro tasche, generalmente la sposa si deprime e va via senza acquistare.

Say yes to the dress

Da non perdere questa sposa che si innamora di un abito Pnina Tornai creato come campione per una sfilata e,dopo aver fatto impazzire Randy per rintracciarlo, lo prova scoprendo il prezzo di 34.000 dollari

Pnina Tornai

Sposa con abito di Pnina Tornai

Accade anche che la sposa acquisti l’abito ma, al momento della prova, sia incinta e, con una pancia prominente, tutto va ripensato da zero.

Molto interessante poi è vedere come un abito passi dalla sfilata alla sposa

Abito da sposa Pnina Tornai

Abito da sposa Pnina Tornai

Sposa con abito Pnina Tornai

Sposa con abito Pnina Tornai

Divertenti sono anche le immagini del giorno annuale dedicato ai saldi, con sconti fino al 70% che fanno impazzire le spose

Saldi da Kleinfeld

Dopo tutti questi ripensamenti, pareri e tragedie, arriva il momento in cui l’assistente mette il velo alla sposa e allora si, è fatta.

Assistenti da Kleinfeld mettono il velo alla sposa

Sposa felice da Kleinfeld

Alla fine si può dire che sia un programma di moda, un approfondimento sul settore, un modo per fare terapia famigliare, interna ed esterna.

In considerazione del largo numero di spose taglia XXXL, è in onda anche uno spin-off del programma, intitolato Say Yes to the Dress: Big Bliss, dedicato alle spose alle prese con problemi di taglia.

Sposa king size da Kleinfeld

elisa_miniatura
Ti è piaciuto l’articolo di Elisa Scarcella?


Se desideri una consulenza personalizzata per trovare il tuo abito da sposa perfetto, clicca qui