Quanto siamo disposti a spendere per l’abito da sposa?

Quanta strada siamo disposti a percorrere?Quanti modelli pensiamo di provare? Dove cerchiamo le informazioni?

Risposte di massima a questi quesiti le offre un’interessante indagine commissionata a Rossella Beato, partner di Brand Value (società di consulenza sulla moda e il lusso), pubblicata nello speciale Bridal Days allegato a Vouge Sposa del Giugno 2011

Oscar de la Renta

Oscar de la Renta

L’indagine si è svolta su un campione di 4.000 donne residenti in Italia, Spagna, UK e Stati Uniti, di età compresa tra 20 e i 35 anni, che avevano programmato di sposarsi nei successivi 12 mesi.

A sposarsi sono soprattutto le donne di età compresa tra i 25 e i 28 anni, con un budget complessivo per il matrimonio di poco inferiore a 40.000 euro (43.000 in UK e 35.000 euro in USA). In Italia il budget complessivo dei futuri sposi si concentra per il 50% su 3 voci: abito da posa, viaggio di nozze e bomboniere.

L’abito costituisce l’elemento portante del matrimonio.

Vera Wang due abiti

Vera Wang

Secondo l’indagine, la spesa media per un abito da sposa in Italia è di circa 2.400 euro, con una punta massima di 6.000 euro. Un dato importante, sicuramente significativo viste anche la generale crisi economica su scala globale.

Superano le spose italiane solo quelle inglesi, con una spesa media di 3.200 euro ed una disponibilità massima di spesa dichiarata di quasi 8.000 euro.

La ricerca dell’abito perfetto, si sa, richiede impegno e fatica. 8.8 spose su 10 dichiarano di fare molte ricerche prima di scegliere l’abito, e per trovarlo sono disposte anche percorrere oltre 100 km (il 23% del campione).

L’abito si conferma una scelta da condividere, eventualmente, solo con la madre e qualche stretto familiare o amico: solo per 2 spose su 10 il parere del partner è importante nella scelta dell’abito.

Giuseppe Papini 2011

Giuseppe Papini

Non breve è il processo di ricerca dell’abito da sposa, che in Italia dura mediamente dai 3 ai 6 mesi, si estende a oltre 6 atelier (diversi in termini di stile e posizionamento), preferendo (oltre il 40% del campione) l’atelier specializzato, dove viene ricercata esperienza e competenza degli addetti alla vendita.

La ricerca dell’abito perfetto implica la prova di oltre 15 modelli di abito, senza precludersi alcun tipo di modello, tradizionale o innovativo. A condurre la scelta, innanzitutto, la variabile prezzo, ma anche il made in Italy acquista importanza, ed è infatti apprezzato da 8.2 donne su 10.

Le Spose di Giò collezione Classica

Le Spose di Giò