All’edizione 2012 di Sì Sposaitalia in molti ci siamo soffermati ad ammirare la collezione sposa Leila Hafzi, designer norvegese di origine iraniana, che propone abiti da sposa davvero originali nel design e nei tessuti, realizzati secondo procedure che rispettano l’ambiente e sostengono l’economia locale.

Leila Hafzi a Sì Sposaitalia 2012 - Foto Thed Dress

Leila Hafzi a Sì Sposaitalia 2012 - Foto Thed Dress

Leila Hafzi propone abiti dal gusto molto personale e “made in Nepal”, cioè creati con tessuti naturali, tinti a mano in Nepal con tinte altrettanto naturali e secondo standard eco compatibili (attenzione al processo di ripulitura del colore prima che la tinta finisca nelle acque del posto) e avvalendosi di artigiani locali. In questo modo nella collezione sposa Leila Hafzi viene garantita la tracciabilità di ogni fase della creazione dell’abito.
Se vi sembra poco..

Royaye Sefid III "Mayalu" 2012/13 Leila Hafzi on FB

Royaye Sefid III "Mayalu" 2012/13 Leila Hafzi on FB

La stilista, che ha dato il via alla sua attività nel 1997 con una collezione da sera, è anche vincitrice del concorso fotorafico “Un’opportunità da favola” nell’ambito della fiera milanese, “per l’orgininalità e l’eleganza nell’intepretare in chiave moderna la sposa principessa” con la campagna dedicata alla seconda collezione bridal della stilista, la “Royaye Sefid II “I Wish” 11/12”.

Maria Skappel Holzweiler for Leila Hafzi - Photo by Charlotte Spetalen

Maria Skappel Holzweiler for Leila Hafzi - Photo by Charlotte Spetalen

Oltre ad essere “eticamente corretti” gli abiti della collezione sposa Leila Hafzi sono davvero splendidi: tonalità pastello, come acquerelli, sono scelte per modelli leggeri e vaporosi, in un’atmosfera da fiaba e bucolica, che la designer riesce a comunicare anche mostrando le sue creazioni nella metropoli milanese.

Leila Hafzi models in Milan during Sì Sposaitalia - Photo: Marica Viganò

Leila Hafzi models in Milan during Sì Sposaitalia - Photo: Marica Viganò

La collezione sposa Leila Hafzi si chiama “ Royaye Sefid” (in persiano “sogni brillanti”), e utilizza chiffon di seta, organza di seta, seta naturale tinta a mano, per modeli drappeggiati e decorati con applicazioni come fiori.

Leila Hafzi models in Milan during Sì Sposaitalia - Photo: Marica Viganò

Leila Hafzi models in Milan during Sì Sposaitalia - Photo: Marica Viganò

Splendide le tonalità scelte: crema, champagne, rosa pallido, pesca, lavanda, per abiti unici che sembrano venire da un mondo incantato.

Royaye Sefid III "Mayalu" 2012/13 Leila Hafzi on FB

Royaye Sefid III "Mayalu" 2012/13 Leila Hafzi on FB

Arrivata alla collezione Royaye Sefid III “Mayalu” 2012/13, con la sua “Nepal Productions AS” , si augura Leila Hafzi: “Speriamo che i nostri clienti ispireranno coloro che li circondano a svolgere ogni giorno poche semplici azioni per una vita meno ignorante nelle nostre società del consumo di massa e dell’inquinamento”. Speriamo anche noi!

Per tutte le info sulla collezione sposa Leila Hafzi, visita il sito.

 Royaye Sefid III "Mayalu" 2012/13 Leila Hafzi - Foto Marco Di Filippo

Royaye Sefid III "Mayalu" 2012/13 Leila Hafzi - Foto Marco Di Filippo

elisa_miniatura
Ti è piaciuto l’articolo di Elisa Scarcella?


Se desideri una consulenza personalizzata per trovare il tuo abito da sposa perfetto, clicca qui